Acqua Come Frontiera

L’acqua costituisce circa il 70% del globo, percentuale rappresentata prevalentemente dagli oceani. Lo stesso vale per il nostro corpo. Tutto si collega a questo elemento vitale, in continuo movimento, emblema del viaggio, che tuttavia negli ultimi decenni è stato associato spesso all’opposto della vita, del movimento, all’estenuante attesa, ai naufragi invisibili. Acqua significa navigazione, viaggio, orizzonte, ed il senso dell’acqua assume forme diverse, a seconda della prospettiva geografica da cui si guarda quell’orizzonte che è il mare, l’oceano. La serie di Agora Europe “Otherside//Europe”, cominciata a Columbia University, New York, nel novembre 2019 e proseguita nel club di vela di Hendaye (sede dell’associazione) e online col titolo “Acqua come frontiera”, si propone di raccontare l’Europa dall’altra parte, da oltreoceano e oltreconfine. Queste iniziative sono volte a creare occasioni di dialogo, per fungere da ponte e connettere realtà differenti, sulla frontiera in cui il tema del salvataggio in mare si interseca al mondo della navigazione e delle migrazioni, coinvolgendo anche il mondo della ricerca. La serie affronta il tema dell’acqua come frontiera insieme a chi il mare lo vive ogni giorno, e insieme a ricercatori, attivisti, parlamentari ed europarlamentari, per affermare con decisione, insieme a Giovanni Soldini, che “in mare prima si salva poi si ragiona” e nella convinzione che, come ci ha detto Alessia Zecchini, “il mare unisce tutti”.

Agora Europe ospita quatro eventi con attivistə, accademicə, navigatori, parlamentari ed europarlamentari sul tema dell’acqua.

Acqua come frontiera #1

L’11 Marzo 2021 si parlerà di salvataggio in mare, Patto Migrazioni e Asilo, plastica negli oceani e delle nuove frontiere della vela insieme a Pietro Bartolo, Ambrogio Beccaria, Simone Camba, Caterina Di Fazio, Rossella Muroni, Matteo Nani, Tommaso Stella, Giovanni Soldini, Cecilia Strada e un collegamento live dalla Aita Mari. Guarda il video sul Facebook.

Acqua come frontiera #2

In questo secondo appuntamento affronteremo il tema dell’acqua come frontiera insieme a chi il mare lo vive ogni giorno, e insieme a ricercatori, attivistə, parlamentari ed europarlamentari, in un momento cruciale come quello della discussione e implementazione del Global Compact on Migration a livello globale, del Nuovo Patto Europeo su Migrazione e Asilo in UE e delle nuove leggi migrazione in Italia.Interverranno: Izaskun Arriaran, Manuel Capa, Caterina Di Fazio, Riccardo Gatti, Vanessa Guidi, Giorgia Linardi, Pierfrancesco Majorino, Francesco Malingri, Iñigo Mijangos, Erasmo Palazzotto, Giuditta Pini e Sara Prestianni. Guarda il video sul Facebook.

Acqua come frontiera #3

In questo terzo appuntamento, che si tiene occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua domani lunedì 22 marzo alle 17:30 sulla pagina di @agoraeuropa, saremo in conversazione in esclusiva con Simone Camba velista dell’anno che ci racconterà della sua incredibile iniziativa @newsardiniasail
Ecco cosa dice di lui il @giornaledellavela: “Con la sua associazione New Sardiniasail Simone Camba, poliziotto che utilizza la vela come mezzo di recupero e riscatto sociale. Ragazzi con problemi giudiziari o familiari, migranti, poveri. Lui fa di tutto per trasformarli in marinai e dar loro un futuro.” Guarda il video sul Facebook.
Simone non vediamo l’ora di navigare con te e i ragazzi e di cominciare la stagione delle regate!
Donate qui: https://www.gofundme.com/f/la-rotta-della-legalita

Acqua come frontiera #4: Time’s up: la nuova rotta green

In data 8 aprile 18:00 CET Agora Europe organizza un webinar sui temi relativi alla
sostenibilità ambientale e alle migrazioni climatiche. Guarda il video sul Facebook.
Fra le grandi sfide transnazionali dell’era attuale vi è quella climatica, il ritorno della tutela
ambientale globale è al centro dell’agenda politica dell’Unione Europea e mondiale.
La centralità delle questioni climatiche è ben visibile tanto nella rilevanza assunta dal
movimento globale Fridays for Future, quanto nelle iniziative prese in seno alle istituzioni
europee in tempi recenti, quali Next Generation EU e, in Italia con il Piano Nazionale di Ripresa
e Resilienza. Proprio la vastità che caratterizza il tema dell’emergenza ambientale, pone la necessità di considerare gli impatti che questa può avere su altre questioni centrali nelle agende politiche
internazionali, come quella sulle migrazioni. L’evento si colloca in continuità con quanto sancito in Charta 2020, documento promosso da Agora Europe e da diverse altre organizzazioni.
Come per tradizione della nostra associazione l’evento si propone di coinvolgere personalità
provenienti da vari ambiti per poter osservare i fenomeni da diversi punti di vista e avere così
una visuale quanto più esaustiva possibile. Crediamo infatti che tematiche complesse come
quelle al centro di questo evento necessitino di essere affrontate con uno sguardo quanto più
ampio possibile.
Interverranno: Roberta Davino, Francesco della Porta, Caterina Di Fazio, Alessandro Fusacchia, Monica Frassoni, Vincenzo Ganadu, Luca Marsaglia, Rossella Muroni, Matteo Nani, Alessandro Più, Federico Pizzarotti, Alberto Riva, Fabrizio Winki e Alessia Zecchini.